Storia

Industria e Spazio

Airline e aviazione generale

Elicotteri

Post Top Ad




Per incoraggiare e accelerare la modernizzazione nel settore della difesa, l'India ha esentato i dazi doganali sulla difesa e sull'hardware militare importato da altri paesi.

"La difesa ha un'immediata esigenza di modernizzazione e aggiornamento. Questa è una priorità nazionale. A tal fine, le importazioni di attrezzature per la difesa che non vengono fabbricate in India sono esentate dal dazio doganale di base ", ha dichiarato Nirmala Sitharaman, ministro delle finanze dell'India, presentando il bilancio dell'Unione 2019.

La spesa per la difesa indiana per il 2019-20 è stata stimata in 3,05 miliardi di rupie (45 miliardi di dollari). Sebbene superiore al precedente bilancio di 2.85 trilioni di rupie (41,5 miliardi di dollari), l'aumento compensa solo l'inflazione.

L'India ha un numero di acquisti legati alla difesa in corso. Questi includono l'approvvigionamento di 114 aerei da combattimento per 15 miliardi di dollari per integrarli alla sua flotta di aerei da combattimento, 10 aerei da pattugliamento marittimo Boeing P-8I per 3 miliardi, 900 milioni per l' acquisto di MiG-29, un contratto per jet Su-30MKI aggiuntivi, 464 T-90 per 2 miliardi; 57 caccia navali, 111 elicotteri da servizio navale e 12 droni  MQ-9 per la marina.

New Delhi ha anche pubblicato una richiesta di proposta (RFP) per 6 missili di nuova generazione per 2 miliardi di dollari, e il suo progetto da 14,4 miliardi di dollari per lo sviluppo di un sottomarino a propulsione nucleare è stato anch'esso avviato.

Fonti: Hindustan Time, IAF

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.

Post Top Ad

Condividi