Storia

Industria e Spazio

Airline e aviazione generale

Elicotteri

Post Top Ad

Sukhoi Su-35S (foto: Avia.pro)
Secondo a quanto riportato dal sito russo Avia.Pro, la notte del 10 settembre un caccia russo Sukhoi Su-35 (il numero della formazione di allarme non è stato diramato) è decollato dalla base di Khmeimim per una missione di intercettazione contro, secondo a quanto dichiarato, caccia d'attacco israeliani.

AviaPro ha citato fonti anonime, altre agenzie di stampa russe hanno riportato la notizia, sia il governo israeliano che il Ministero della Difesa russo non hanno rilasciato dichiarazioni in merito.
Le installazioni di sistemi missilistici S-300 da parte dei siriani non sembrano scoraggiare gli israeliani i cui aerei attaccano gli obiettivi siriani impunemente. Tuttavia, con gli aerei da guerra russi in cielo, l'aereo israeliano si ritirò senza confrontarsi.
Scrive un altro sito web russo, Avia.ru.

La Russia è stata sotto pressione in Siria soprattutto dopo l'attacco del 9 settembre, quando gli aerei da guerra iracheni hanno preso di mira un deposito di armi siriane e siti che ospitano consiglieri iraniani nella Siria orientale, vicino al confine iracheno, uccidendo almeno 18 persone in un attacco notturno.



POTREBBE INTERESSARTI


Israele sta usando gli F-35 "Adir" in Iraq per colpire i missili balistici iraniani?

di AeroStoria -  02 agosto 2019



Resta di fatto che durante la sua visita nella città russa di Sochi, giovedì scorso, il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha detto al presidente russo Vladimir Putin che al suo Paese deve essere consentito di agire liberamente contro l'Iran.

"Il coordinamento della sicurezza tra di noi è sempre importante, ma è particolarmente importante ora, poiché nell'ultimo mese c'è stato un serio aumento dei tentativi da parte dell'Iran di colpire Israele dalla Siria e di posizionare lì missili di precisione da usare contro di noi".
Ha dichiarato durante la conferenza stampa in occasione dell'incontro Netanyahu.

I due leader si sono incontrati più di una dozzina di volte negli ultimi anni e i militari dei paesi hanno lavorato per evitare scontri accidentali in Siria, dove Israele afferma di aver effettuato centinaia di attacchi contro obiettivi iraniani per impedire a Teheran di stabilire una presenza militare permanente in quell'area.



Fonte: Avia.pro, rapporti dei Media russi.

About Author


AeroStoria

Magazine di informazione e storia aeronautica.


CONTENUTI SPONSORIZZATI

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.

Post Top Ad

Condividi